Protesi a chiavistelli arcata superiore su barra passivata

 

Paziente femmina di anni 55 con grave parodontopatia che ha portato alle estrazioni di tutti gli elementi dell'arcata superiore. Dopo un esame TAC con reperi radiopachi che evidenzia una marcata atrofia ossea nei settori latero posteriori, non volendo l'interessata sottoporsi ad ulteriore chirurgia se non a quella strettamente necessaria per un'implantologia d'ancoraggio, si decide di posizionare solo quattro impianti nei settori anteriori perché possano essere caricati da una barra passivata in elettroerosione che dovrà accoppiarsi ad una protesi con chiavistelli.

Situazione iniziale - il sorriso -
Situazione iniziale - il sorriso -
Situazione iniziale - visione frontale - La grave parodontopatia ha reso ogni elemento irrecuperabile a fini protesici
Situazione iniziale - visione frontale - La grave parodontopatia ha reso ogni elemento irrecuperabile a fini protesici
Situazione iniziale - visione occlusale -
Situazione iniziale - visione occlusale -
Viene eseguita una ceratura diagnostica per valutare la posizione dei futuri denti e da questa poi si ricaverà una mascherina trasparente con i riferimenti radiopachi per l'esame TAC
Viene eseguita una ceratura diagnostica per valutare la posizione dei futuri denti e da questa poi si ricaverà una mascherina trasparente con i riferimenti radiopachi per l'esame TAC
Tutti i denti della mascherina hanno all'interno un cilindro radiopaco - con la mascherina indossata come una protesi la paziente si sottopone quindi ad un esme TAC -
Tutti i denti della mascherina hanno all'interno un cilindro radiopaco - con la mascherina indossata come una protesi la paziente si sottopone quindi ad un esme TAC -
La TAC evidenzia il grado marcato di atrofia ossea nei settori latero-posteriori in rapporto alla posizione markers : si decide di posizionare gli impianti solo nella zona anteriore per evitare la chirurgia preimplantare di rialzo bilaterale di seno
La TAC evidenzia il grado marcato di atrofia ossea nei settori latero-posteriori in rapporto alla posizione markers : si decide di posizionare gli impianti solo nella zona anteriore per evitare la chirurgia preimplantare di rialzo bilaterale di seno
Ad integrazione avvenuta dei quattro impianti viene confezionata e avvitata una barra passivata in elettroerosione
Ad integrazione avvenuta dei quattro impianti viene confezionata e avvitata una barra passivata in elettroerosione
Sulla barra si posiziona poi, con un'accoppiamento anch'esso in elettroerosione, una protesi a chiavistelli elettroerosi che potrà essere rimossa a piacimento per le manovre di igiene - si noti il palato libero -
Sulla barra si posiziona poi, con un'accoppiamento anch'esso in elettroerosione, una protesi a chiavistelli elettroerosi che potrà essere rimossa a piacimento per le manovre di igiene - si noti il palato libero -
La fase finle dell'avvitamento passivo della barra sugli impianti
La fase finle dell'avvitamento passivo della barra sugli impianti
Dall'aspetto sembra essere una comune protesi totale - nasconde invece una assoluta precisione nell'accoppiamento che la tiene ancorata in modo del tutto stabile alla barra sottostante -
Dall'aspetto sembra essere una comune protesi totale - nasconde invece una assoluta precisione nell'accoppiamento che la tiene ancorata in modo del tutto stabile alla barra sottostante -
Il caso terminato - il sorriso -
Il caso terminato - il sorriso -
Prima...
Prima...
 ...dopo
...dopo
 Controllo a cinque anni - il sorriso -la leggera usura dei margini incisali della dentatura in resina, del tutto nella norma, ha conferito ancor maggior naturalezza -
Controllo a cinque anni - il sorriso -la leggera usura dei margini incisali della dentatura in resina, del tutto nella norma, ha conferito ancor maggior naturalezza -
 Controllo a cinque anni - visione occlusale - il grado d'usura delle parti in resina del manufatto protesico appare modesto e l'efficacia masticatoria è ancora molto valida
Controllo a cinque anni - visione occlusale - il grado d'usura delle parti in resina del manufatto protesico appare modesto e l'efficacia masticatoria è ancora molto valida
 Controllo a cinque anni - la barra avvitata su impianti -
Controllo a cinque anni - la barra avvitata su impianti -
 Contollo a cinque anni - la barra avvitata - non si rilevano sofferenze a carico dei tessuti molli
Contollo a cinque anni - la barra avvitata - non si rilevano sofferenze a carico dei tessuti molli
 Controllo a cinque anni - la struttura interna alla protesi - si notino i chiavistelli aperti
Controllo a cinque anni - la struttura interna alla protesi - si notino i chiavistelli aperti
 Controllo a cinque anni - la struttura in metallo passivato interna alla protesi - si notino i chiavistelli chiusi : se la protesi fosse in bocca sarebbero all'interno di un alloggiamento presente nella barra anch'esso passivato in massima ritenzione -
Controllo a cinque anni - la struttura in metallo passivato interna alla protesi - si notino i chiavistelli chiusi : se la protesi fosse in bocca sarebbero all'interno di un alloggiamento presente nella barra anch'esso passivato in massima ritenzione -
 Controllo a cinque anni - particolare di un chiavistello in situazione di apertura - la protesi può essere rimossa per le normali manovre di igiene e manutenzione -
Controllo a cinque anni - particolare di un chiavistello in situazione di apertura - la protesi può essere rimossa per le normali manovre di igiene e manutenzione -
 Controllo a cinque anni - particolare di un chiavistello in situazione di chiusura - la protesi all'interno del cavo orale è assolutamente stabile e confortevole : nessun segno di cedimento strutturale dopo cinque anni di cicli masticatori
Controllo a cinque anni - particolare di un chiavistello in situazione di chiusura - la protesi all'interno del cavo orale è assolutamente stabile e confortevole : nessun segno di cedimento strutturale dopo cinque anni di cicli masticatori
 Controllo a cinque anni - rx endorale - l'accoppiamento barra-fixture passivato in elettroerosione ha garantito la conservazione dell'altezza ossea intorno agli impianti di sinistra
Controllo a cinque anni - rx endorale - l'accoppiamento barra-fixture passivato in elettroerosione ha garantito la conservazione dell'altezza ossea intorno agli impianti di sinistra
 Controllo a cinque anni - rx endorale - nessuna perdita ossea neanche intorno agli impianti di destra
Controllo a cinque anni - rx endorale - nessuna perdita ossea neanche intorno agli impianti di destra
 

Informazioni di contatto

Indirizzo: STUDIO DENTISTICO STEFANELLI srl

 Botrugno (LE) 73020

Via Roma n.28


 

cookie policy

Login amministrazione

Contatti






Sede Legale: STUDIO DENTISTICO STEFANELLI srl - via Roma n.28 Botrugno 73020 (Lecce).
Tel: 0836 993474 | E-mail: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
P.IVA 04220880753

Copyright (c) Studio Dentistico Stefanelli 2013. All rights reserved.